Salento, dove andare con tutta la famiglia

La penisola salentina è una delle mete italiane più frequentate in estate. Spiagge da sogno, acqua cristallina, affascinanti località e ottimo cibo sono solo alcune delle peculiarità di questo territorio. Anna, che conosce il sud della Puglia come le sue tasche, ha scritto questa breve guida con informazioni su come raggiungere, dove alloggiare e dove andare in Salento.


Vado in Salento da una vita, esattamente dalla prima estate della mia vita. Di conseguenza, se devo scegliere a una meta a misura di famiglia, ecco dove corre il mio pensiero.

Quanto tempo dedicare a una vacanza in Salento

Secondo me la giusta misura è dieci giorni o un paio di settimane, soprattutto se partite dal nord Italia e dunque il viaggio è piuttosto lungo. I miei mesi preferiti sono giugno e settembre, il primo per le lunghe giornate, il secondo perché l’acqua è più calda. Ed entrambi regalano spiagge meno affollate rispetto alla seconda metà di luglio e il mese di agosto.

Dove andare in Salento: Gallipoli

Come raggiungere il Salento dalle altre regioni d’Italia

Il nostro mezzo di trasporto preferito è l’automobile: potete caricare il bagagliaio di tutto il necessario per una vacanza super confortevole e vi sarà molto utile anche per muovervi in loco; la rete di trasporti locale, infatti, non è certo capillare.

L’aereo può essere una valida alternativa: con circa un’ora di volo potete raggiungere gli aeroporti di Bari o Brindisi e da lì potete proseguire la vostra vacanza noleggiando un’auto.

Con il treno, invece, è possibile arrivare più a sud, fino alla stazione di Lecce e da lì prendere un autobus o un taxi fino alla vostra destinazione sulla costa adriatica o ionica.

Alloggio: qual è la miglior soluzione per le famiglie

I villaggi all inclusive sono davvero pochi in Salento, quindi scordatevi di arrivare in un posto e rimanerci per tutta la vacanza. Scordatevi anche gli hotel della riviera Adriatica, tanto per essere chiari. La soluzione ideale per la vostra vacanza in Salento secondo me è affittare un appartamento, possibilmente fronte mare e in una località dove la costa è sabbiosa, quindi adatta anche ai bambini più piccoli.

Sconsiglio però di rimanere sempre nella stessa località perché ci sono talmente tante belle spiagge, anche attrezzate, che sarebbe un peccato non prendersi qualche mezza giornata per andare in esplorazione. E poi magari nel pomeriggio, dopo il riposino, si può tornare qualche ora nella spiaggia più vicina.

Le zone migliori per affittare un appartamento

Torre San Giovanni, Marina di Ugento, è un’ottima soluzione: prenotando con un po’ di anticipo, si possono trovare case e appartamenti a due passi dalla spiaggia. Inoltre il paese è piacevolmente animato anche la sera, per una cena fuori o un gelato in lungomare e in tutta la zona centrale ci si muove tranquillamente a piedi. Nella Marina si trovano soltanto piccoli supermercati, ben forniti ma piuttosto cari; rientrando invece verso Ugento, comune di 12 mila abitanti, si trovano supermercati più grandi e discount con prezzi migliori.

La spiaggia di Torre San Giovanni

Spostandosi un po’ più a nord lungo la costa ionica, si arriva a Gallipoli, cittadina di circa 20 mila abitanti, con un bellissimo centro storico. In questo caso, però, le spiagge si trovano fuori città, quindi se scegliete questa zona, dovrete mettere in previsione di utilizzare tutti i giorni la macchina per andare in spiaggia o per uscire a cena la sera.

Salendo ancora si arriva in zona Porto Cesareo, un comune più piccolo, dove tutti i servizi sono a portata di mano.

In tutte le zone che vi ho indicato, si trovano spiagge sabbiose ed entrando in mare il fondale degrada dolcemente. Inoltre c’è una buona scelta di lidi attrezzati, una soluzione adatte alle famiglie, anche con bambini piccoli.

Se invece viaggiate con bambini più grandi e amate spostarvi on the road, potreste pensare di fare più tappe, esplorando ogni giorno spiagge diverse. Approfittatene finché hanno l’età giusta, perché vi assicuro che quando entreranno nella fase adolescenza (io ho due figli di 15 e 14 anni), saranno loro a non volersi più spostare, perché inizieranno a conoscere nuove persone in spiaggia e vorranno rimanere con la compagnia.

Le mie spiagge preferite in Salento

Partiamo sempre dalla spiaggia di Torre San Giovanni, naturalmente sabbiosa, bella lunga, con un giusto alternarsi di zone libere e attrezzate. Qui troverete molto spazio per giocare sia dentro, sia fuori dall’acqua.

In zona Gallipoli, vi consiglio Baia Verde, a circa tre chilometri dal centro città: anche questa zona offre un buon mix di spazi liberi e spiagge attrezzate, oltre a una buona scelta di residence e case vacanza.

Andando, infine, verso Porto Cesareo, la spiaggia più bella è sicuramente quella di Punta Prosciutto, una vera distesa di acqua cristallina. Un’alternativa meno affollata, ma comunque meritevole, è la spiaggia di Torre Lapillo, a metà strada tra Porto Cesareo e Punta Prosciutto. Anche in questo caso avrete ampia scelta tra spiaggia libera o lettino e ombrellone a noleggio e anche per il soggiorno, il paese ha un buon livello di servizi.

Non mi resta che augurarvi buona vacanza!

Foto @panannablogdiviaggi

1 commento
  1. Anna
    Anna dice:

    Ciao Marica, grazie per avermi ospitato sul tuo blog! Devo dire che quando parlo di Salento, mi brillano gli occhi e mi viene una fortissima voglia di mare!

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.