Didò fatto in casa, la ricetta perfetta perché non si secca

Il didò fatto in casa: veloce ed economico.

La famosissima pasta modellabile entra nelle case degli italiani a metà degli anni ‘80, il successo è immediato e ancora attuale. In pochi forse sanno che seguendo una semplice ricetta e con pochi ingredienti, è possibile fare il didò comodamente in casa ed avere scorte illimitate di questo prezioso materiale.

I segreti del suo successo

Versatilità, colori accesi e consistenza morbida ed elastica sono senza dubbio i suoi punti di forza. La mia bimba ne va matta, adora manipolare la plastilina e ho notato che il didò la sta accompagnando nelle varie fasi della crescita, l’uso che ne fa infatti cambia nel tempo in base alle capacità che acquisisce. Provate a giocarci per dieci minuti, l’effetto della pasta morbida è davvero rilassante.

Cosa contiene il didò

Basta effettuare una veloce ricerca online per sapere che il didò è un composto a base di farina, acqua, sale e coloranti non tossici. Occorre però segnalare una presenza  importante di glutine, questa sostanza è indispensabile per conferire proprietà tipiche del prodotto finale come l’elasticità e la malleabilità. Se ingerito però può risultare tossico per i bambini che soffrono di celiachia.

Fare il didò a casa

Produrre il didò in casa è una valida alternativa per gli intolleranti al glutine, gli amanti del fai da te o semplicemente per chi volesse risparmiare qualche euro. Anche perché diciamocelo, il didò non è mai abbastanza.

Ho provato diverse ricette che girano sul web. La mia preferita, quella che vi segnalo, è molto semplice e in meno di mezz’ora consente di ottenere una pasta estremamente simile alla nota e famosa marca commerciale.

Materie prime

– 1 bicchiere di farina con o senza glutine

– 1/2 bicchiere di sale

– 1 cucchiaino di cremor tartaroè un lievito naturale, indispensabile per la riuscita della ricetta. Nei supermercati molto forniti è possibile trovarlo anche SENZA GLUTINE.

– 1 cucchiaio di olio di semi

– 1 bicchiere di acqua

Colorante alimentare liquido – Bastano tre colori primari (es. giallo, rosso, blu)  per creare diverse scale di colore.

– Aroma alimentare – Facoltativo ma consigliato perché rende la pasta delicatamente profumata.

Attrezzature

– Pentolino

– Cucchiaio

– Fornello

Come procedere

  1. In un pentolino versare e mescolare gli ingredienti secchi: farina, sale e cremor tartaro.
  2. Sciogliere il colorante nel bicchiere di acqua ed unire al composto.
  3. Aggiungere l’olio ed eventualmente l’aroma alimentare, amalgamare bene con un cucchiaio.
  4.  Posizionare il pentolino sul fornello e cuocere a fiamma bassa per 3 minuti continuando a mescolare.

Trascorso il tempo indicato si otterrà un composto denso che si staccherà agevolmente dal pentolino. A questo punto basterà lasciar raffreddare per qualche minuto, lavorare con le mani per sciogliere eventuali grumi ed il gioco è fatto!

Photo credit: homemade-ideas.blogspot.it

Come conservare il didò fatto in casa

Il segreto per conservare a lungo la pasta modellabile è inserirla in un sacchetto di plastica. Quelli per la conservazione degli alimenti sono perfetti, dopo aver giocato non dimenticate di riporre il tutto in frigorifero.

Se dovesse indurirsi leggermente basterà manipolare un pò la pasta. Il calore corporeo infatti renderà nuovamente il composto elastico e morbido. Conservato correttamente il didò fatto in casa manterrà intatte le sue proprietà fino a un anno.

Si tratta senza dubbio di un’ottima, economica e naturale alternativa al celebre gioco che affascina da più di trent’anni grandi e piccini. Il risultato vi stupirà.

Prova la ricetta e fammi sapere come è andata lasciando un commento. E se i giochi fai da te ti appassionano non perdere il post sulla sabbia cinetica fatta in casa.

Ti è piaciuto il post?

Iscriviti e ricevi i nuovi articoli direttamente via e-mail

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.