Gole del Nera, la mappa del percorso lungo la ex ferrovia

gole del nera stifone

Tutto quello che c’è da sapere sulle Gole del Nera

Chi conosce l’Umbria sa che nel territorio sono disseminati piccoli angoli di paradiso. Uno di questi è nei pressi di Narni, nel sud della regione. Le Gole del Nera, infatti, rappresentano una tappa imperdibile per gli amanti della natura. Ed ora, grazie a un’attenta opera di riqualificazione, possono essere visitate percorrendo l’omonima pista ciclo-pedonale ricavata da un tratto ferroviario dismesso.

Storia, sport e natura

Le Gole del Nera si trovano in provincia di Terni, distano un’ora da Roma, e sono collocate tra il Monte Maggiore, su cui si erge Narni, e il Monte di Santa Rosa. La zona è molto interessante dal punto di vista storico, naturalistico e paesaggistico.

La pista ciclo-pedonale invece è stata inaugurata alla fine del 2016 e costeggia il fiume Nera per 5 chilometri, lungo la ex ferrovia che collegava Narni Scalo alla stazione di Nera Montoro.

Narni e gli antichi romani

In epoca Romana, Narni era una colonia di grande importanza strategica sulla Via Flaminia. Testimonianze del periodo sono disseminate lungo il percorso, come il Ponte d’Augusto (27 a.C) o i resti del Cantiere Navale nei pressi di Stifone che, a quei tempi, era il porto della città.

cantiere-navale-romano

google.it

Natura a 360 gradi

Camminando a ridosso del fiume, si ha la percezione di essere completamente immersi nella natura. La vegetazione rigogliosa, che colora in varie tonalità il paesaggio, è la protagonista indiscussa. Il profumo delle piante e il canto degli uccelli selvatici rendono l’atmosfera davvero rilassante. Una passeggiata alle Gole del Nera è proprio quello che ci vuole per staccare dai ritmi frenetici della città.

gole del nera stifone

www.bambinigiramondo.it

Seguici su Instagram

Sport all’aria aperta

Se siete sportivi e amate il contatto con la natura, siete nel posto giusto. Alle Gole del Nera è possibile praticare trekking e runnig, passeggiare a cavallo, discendere il fiume Nera in canoa o fare delle escursioni in mountain bike.

E proprio agli amanti del biking hanno pensato gli abitanti di Stifone. All’altezza del paesino, infatti, è stato installato un pannello con diversi attrezzi che possono rivelarsi preziosi in caso di necessità.

gole del nera stifone

www.bambinigiramondo.it

Il Percorso

La costruzione della pista ciclo-pedonale e il recupero delle strutture originali, come gallerie e ponti, ha valorizzato un sito abbandonato da anni. Senza contare che l’utilizzo di un fondo bianco e le staccionate in legno non trattato, permettono all’opera di integrarsi perfettamente con il paesaggio.

Le Gole del Nera sono particolarmente adatte ai bambini perché sono:

  • lontane dal traffico automobilistico
  • perlopiù pianeggianti e quindi facilmente accessibili sia a passeggini che a carrozzine per disabili.

 

Clicca sulla mappa e ingrandisci per visualizzare il percorso

 

La Galleria e Il Ponte di Augusto

Partendo dal punto più a nord, in prossimità di Narni Scalo, ci si imbatte immediatamente nei resti del Ponte di Augusto, l’imponente costruzione dedicata all’Imperatore romano che risale al I secolo a.C..

Si prosegue nella galleria illuminata (e fornita di fotosensori) mentre in alto a destra, sulla montagna di Santa Croce, fa capolino l’Abbazia benedettina di San Cassiano. In questa zona sono presenti anche le grotte che in passato erano utilizzate dagli eremiti come rifugio.

Il tragitto costeggia diverse fonti naturali come la Sorgente di Santa Rosa, dell’Acqua del Fico, della Carestia e infine di Lecinetto. Tutte segnalate da appositi cartelli.

galleria recentino

www.archeologiaindustriale.org

Stifone, il paese delle sorgenti

Dopo qualche chilometro si raggiunge Stifone, un piccolo paesino che oggi conta circa 40 abitanti. Dal percorso principale si scende attraverso un sentiero (al momento piuttosto impervio per passeggini o carrozzine) fino al ponte che collega le gole al paese.

Il piccolo borgo, le cascate naturali, l’antico porto romano e le acque turchesi ricche di sali di rame, rendono questo tratto uno dei più suggestivi delle Gole del Nera.

gole del nera stifone

www.bambinigiramondo.it

Il bacino delle Mole

Il percorso termina e attraversata la statale, si giunge con una breve passeggiata alle Mole, ai piedi di Nera Montoro. Dalle terrazze in legno si possono ammirare le cristalline – e freddissime – acque del fiume. La temperatura che non supera mai i 15°C è dovuta alla presenza di diverse sorgenti.

Durante la bella stagione questo bacino è molto frequentato, gli abitanti della zona (e non solo) si recano qui per trovare ristoro e sollievo dalla calura estiva. Doveroso però ricordare che questa zona è soggetta a inondazioni e quindi non è balneabile. A poca distanza infatti c’è una centrale idroelettrica e il livello dell’acqua, benché segnalato dal suono delle sirene, potrebbe innalzarsi improvvisamente.

google.it

Informazioni utili

Abbigliamento e scarpe comode, una bottiglia di acqua e un cappellino per i bimbi è tutto ciò che serve per visitare le Gole del Nera.

Ricordiamo inoltre, che trattandosi di un percorso naturalistico è privo di servizi igienici e punti ristoro. A breve distanza tuttavia si trovano Narni e Narni Scalo, dove la presenza di bar, ristoranti, supermercati, farmacie, ecc., potranno soddisfare ogni esigenza.

Infine per chi viaggia da solo o con i bimbi, segnaliamo che è possibile noleggiare delle biciclette a Narni Scalo. Per informazioni contattare il sig. Marco al numero 0744 750253.

gole del nera stifone

www.bambinigiramondo.it

Cosa vedere nelle vicinanze

Leggi il nostro articolo sui parchi naturali in Umbria

Questa zona è ricca di attrazioni naturali e di interesse storico, a breve distanza è possibile visitare:

  • il centro storico di Narni
  • Narni sotterranea
  • il percorso ludico-didattico di NarniAdventures
  • il Mercatino di Narnia (la terza domenica di ogni mese)
  • Bosco Cardona dove è collocato il centro geografico d’Italia
  • il parco archeologico di Carsulae
  • la Cascate delle Marmore
  • il lago di Piediluco

Condividi sui social per far conoscere questo angolo nascosto di paradiso!

cose da fare in Italia

Ti è piaciuto il post?

Compila il form

Ricevi i nuovi articoli via mail e la guida in PDF

“+400 Cose da fare in Italia con (e senza) bambini”

23 commenti
  1. Simona Filoni
    Simona Filoni dice:

    La pista ciclabile una vera delusione…all’inizio non esiste nessun punto x noleggio bici, non c’è nessun punto di ristoro, nemmeno un bar per prendere una bottiglia di acqua…in alcune ore del giorno è completamente esposta al sole e tutte le foto pubblicate in rete riguardo il fiume Nera e le sue acque azzurre si riferiscono solo ad un punto della pista( mentre x tutto il resto del percorso non si vede nemmeno il fiume)….ogni tanto aggiornate questi siti altrimenti se ci va qualche famiglia con figli piccoli ci lasciano le penne!!!

    Rispondi
    • bambinigiramondo
      bambinigiramondo dice:

      Buonasera Simona,
      mi dispiace per la Sua esperienza negativa.
      Tuttavia mi preme confermare l’attualità delle notizie qui riportate, per questo motivo La invito a leggere nuovamente e con attenzione l’intero articolo. L’assenza di servizi e punti ristoro lungo il percorso (nonché le indicazioni per noleggiare delle biciclette) sono riportate chiaramente.
      Saluti
      Marica

      Rispondi
  2. Dolores
    Dolores dice:

    Essendo in camper e non volendo toccare Narni visto che la conosciamo già, dove si puà sostare e fare l’escursione senza creare grossi problemi? In bicicletta è fattibile a quanto ho capito. Si attraversano zone impervie e difficoltose o molto in salita? Sapete…..l’età!! Grazie per le info che vorrete darmi

    Rispondi
  3. Alessandra
    Alessandra dice:

    Sono stata a Narni, ma non avevo idea che si potesse fare questo percorso. Sarà per la prossima volta… Amiamo camminare! Grazie

    Rispondi
  4. Valentina
    Valentina dice:

    Che percorso suggestivo!! E che bellissimi luoghi di natura! Sono stata tante volte in Umbria, ma non conoscevo le Gole del Nera. Ora voglio assolutamente andarci di persona 🙂

    Rispondi
  5. Simona
    Simona dice:

    Devo completare il percorso, per il momento sono ferma a Narni, un posto a me molto caro. Tutta la zona è bellissima. Merita proprio una lunga passeggiata.

    Rispondi
    • bambinigiramondo
      bambinigiramondo dice:

      E’ vero Simona, la zona è davvero bella anche se poco valorizzata a mio parere. Narni invece è uno spettacolo!

      Rispondi
  6. anna
    anna dice:

    Che bello questo percorso. L’Umbria purtroppo non la conosco molto bene, ma grazie al tuo blog sto iniziando un po’ a scoprirla, piacere mi è sempre piaciuta. Questo giro me lo voglio fare con calma, per guardarmi il piccolo borgo, le cascate e tutta la natura che lo compone. bellissimo, grazie per avermelo fatto conoscere.

    Rispondi
  7. Stefania Ciocconi
    Stefania Ciocconi dice:

    Anche dalle mie parti, tra Levanto e Framura, hanno riconvertito la vecchia tratta ferroviaria per fare una bella pista ciclopedonabile che è molto frequentata sia dai turisti sia dagli abitanti delle località che attraversa che vanno a fare jogging o passeggiare. Bella l’idea del pannello con gli attrezzi che potrebbero servire in caso di guasto alla bici.

    Rispondi
    • bambinigiramondo
      bambinigiramondo dice:

      Ciao Stefania, grazie per la segnalazione.
      Sto scrivendo un articolo proprio sulle Greenways, le strade verdi che nascono grazie al recupero di vecchi tratti ferroviari.

      Rispondi
  8. Raffi
    Raffi dice:

    Che meraviglia! L’Umbria è una regione bellissima, ma non avevo considerato l’idea di farci delle vacanze o un giro in bici. Devo studiarmela bene. Grazie dello spunto e dei suggerimenti.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.